Cos’è la sintesi proteica: scopriamolo assieme

La sintesi proteica è un processo del nostro corpo necessario, in quanto va a formare le proteine. Questo processo biochimico è chiaramente piuttosto complesso ma possiamo tradurlo dicendo che va a convertire una sequenza di nucleotidi in amminoacidi, i quali poi a loro volta formano una proteina.

L’intero processo della sintesi proteica, suddiviso poi in varie fasi, avviene all’interno del ribosoma della cellula. Le fasi sono essenzialmente queste:

  • Prima fase, conosciuta anche come trascrizione: è coinvolto l’RNA messaggero. Dal DNA che deve essere trascritto prende l’informazione genetica e la copia, si occupa poi di trasportarla al citoplasma. Per effettuare la copia, apre il DNA in un certo punto e a uno dei due filamenti l’RNA-polimerasi si lega. Si forma così un nuovo filamento di RNA, l’RNA messaggero. Il quale appunto ha il compito di riportare l’informazione del DNA. Il nuovo filamento passa dalla membrana cellulare, attraverso i pori, arriva così al citoplasma e si va a legare ai ribosomi.
  • Seconda fase: a questo punto il t-RNA e il r-RNA si occupano di tradurre questa informazione in una sequenza di amminoacidi, la quale si occupa di andare a trasportare le proteine. Nello specifico, tale fase, avviene solo all’interno del ribosoma. Il ribosoma è un complesso macromolecolare e si trova immperso all’interno del citoplasma oppure, contenuto in altri organuli o ancora ben ancorato al reticolo endoplasmatico ruvido. E’ il ribosoma l’effettivo responsabile della sintesi proteica. In pratica due dei cordini dell’RNA messaggero vanno a legarsi al ribosoma. A questo punto della fase invece, interviene l’RNA transfer, il quale è il t-RNA. Tutte le molecole di questo RNA sono specifiche per un solo amminoacido che deve trasportare ed è in grado di riconoscerlo. Riconosce anche il codone complementare di RNA che è legato al ribosoma.

La sintesi proteica è importantissima, perché importantissime sono le proteine. Sono delle macromolecole formate da una catena di amminoacidi, conosciuta anche come catena peptidica.

Perché sono così importanti le proteine?

Le proteine sono importanti perché rivestono diversi ruoli. Grazie a loro si ha un buon funzionamento dell’organismo. Sono conosciute anche come i mattoni del corpo. Partecipano sia allo sviluppo che al mantenimento di muscoli e organi. Le proteine poi vanno anche a governare funzioni come quelle del sistema ormonale, temperatura interna, immunità, permettono di trasmettere le informazioni, mantengono la massa magra riducendo quella grassa e equilibrano anche il senso dell’appetito.

Le proteine si trovano in tanti prodotti alimentari. Esistono quelle di tipo animale che si prendono mangiando uova, latticini, pesce e carne. Ci sono poi quelle di tipo vegetale, le quali invece si ottengono soprattutto mangiando legumi secchi come le lenticchie, i piselli e le fave e dai cereali.

Gli esperti ci dicono che il nostro corpo ogni giorno va a rinnovare il 2,5% delle proteine, in pratica tra i 250 e i 300 grammi contando che noi possediamo circa 11 kg di proteine. Il corpo però non fa scorte di proteine, deve essere l’alimentazione quotidiana a fornire il giusto equivalente.